C.KYENGE:”Investiamo nell’accoglienza”.Si, e con quali soldi?

da LA GAZZETTA DI PARMA del 01/12/2013-articolo Giorgia Azzali

CECILE KYENGE:

“Le buone pratiche devono essere diffuse,se investiamo in accoglienza,investiamo in futuro,se investiamo in paura.Il percorso d’integrazione è la vera prospettiva”.

“Lampedusa ha dato impulso in quel senso,così come ci aiutano anche le critiche dell’Uncr.Il rifugiato è la persona posta al centro:la gestione deve essere nazionale ma sopratutto europea”.

“Devo ringraziare le forze dell’ordine per i soccorsi portati durante la tragedia di Lampedusa e anche i volontari di Lampedusa e anche i volontari,mai citati e spesso inosservati.Per la prima volta l’Ue ha trattato il tema dell’immigrazione:insistiamo e insisteremo per il regolamento di Dublino,perchè chi entra in Italia entra in Europa e deve poter chiedere asilo qui e altrove.Ma ne sono convinta:c’è la possibilità di recepire tutte le direttive per avere a gennaio un testo unico sull’asilo”.

“Sarebbe un passo molto importante trasformare i permessi per i profughi in permessi per lungo soggiornanti.Ci sono molti piu fondi per la repressione e pochi per l’accoglienza:sarebbe il caso di invertire il trend,perchè nel primo caso il ischio è di creare disagio,guerra e di aumentare la paura”.

ANGLOTEDESCO

Questa è una Repubblica fondata sull’amicizia e sull’ipocrisia e non la meritocrazia e l’onestà.Mi sono girate le scatole vedere ministre gente come la Gelmini e la Carfagna ,mi girano anche tutte le volte che ascolto questa ministra dell’integrazione.

Sabato non ero presente al convegno ma voglio chiedere a chi ha organizzato:avete ricordato al ministro quanti sono aumentati i reati grazie all’immigrazione a Parma e in provincia? L’avete portata in certe zone della città dove comandano baby gang formate dalla stragrande maggioranza da figli di immigrati?

Ho proprio qui davanti la Gazzetta di Parma di ieri lunedi 2 dicembre 2013 e vedo addirittura la mappa delle baby gang, i luoghi a rischio.Sembra di vedere il film del 1979 “I Guerrieri della notte” quando consultavano le mappe dove c’erano sono le varie bande della città.In poche parole stiamo raggiungendo i livelli di criminalità giovanile degli Usa… grazie ai figli di migranti.

Da sempre vivo in una casa popolare in provincia di Parma ma frequento la città del sindaco grillino Pizzarotti tutti i giorni e mappe del genere non ne ho mai viste, non avevo mai visto in una cittadina sempre tranquilla cosi tanti baby delinquenti e tutto per merito dell’immigrazione selvaggia anche inutile,non lo dice Anglotedesco ma i dati e se non ci credete ,chiedete alla Prefettura.Da giovanotto passavo in quei posti (anche in centro)  segnalati dalla Gazzetta di Parma e queste cose non succedevano, come in tutte le città anche medio-piccole ci sono sempre stati quartieri a rischio ma non come adesso.Anche in provincia addirittura, in paesotti di campagna dove da bambino andavo a trovare i miei parenti,incredibile.

Ieri su la STAMPA, articolo di Daniele Marini:

“I migranti negli ultimi 20 anni sono quasi decuplicati,ma è grazie a loro se riusciamo a colmare la voragine demografica dovuta al fatto che non facciamo piu figli”.

Si certo,caro Marini non tutti dormono e si fanno fregare da giornalisti come te.Nonostante la piu grossa crisi della storia,fanno tre o quattro figli e li mandano in giro senza soldi in tasca,non li seguono, e poi formano gruppi che vanno a rapinare,picchiare e rubare.Con questi riusciamo a colmare la voragine demografica?

Il ministro Kyenge sa qualcosa dei trattati europei che l’Italia ha firmato? Lo sa i tagli che dovrà fare? Lo sa cos’è il Fiscal Compact e il pareggio di bilancio?

Se si vuole investire in accoglienza, non lo si può fare per tante altre cose piu importanti come il lavoro e dunque eviti, mia cara signora ,di dire certe cavolate.

Anglotedesco è dell’idea che oltre a spalancargli le porte per tenere bassi gli stipendi degli operai del settore privato, la classe politica lo faccia per far scoppiare le galere e poter fare indulti ed amnistie per far uscire (e non fare entrare) tanti loro colleghi disonesti.Ci sono decine e decine di nuovi carceri fermi, secondo voi è solo un caso?

C.KYENGE:”Investiamo nell’accoglienza”.Si, e con quali soldi?ultima modifica: 2013-12-03T17:33:37+00:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento