I soliti annunci della classe politica piu vergognosa del mondo-1

I soliti annunci, sia da parte del governo di sinistra e di destra, l’unico risultato:presa per il culo,con i soldi nostri.Questa settimana mi occuperò di questo grazie al meraviglioso libro della coppia Stella-Rizzo:LA DERIVA. Volevano tagliare i costi della politica ma in realtà non hano mai fatto nulla, ci ha provatol’Italia dei Valori,ma senza successo.

da LA DERIVA-Gian Antonio Stella,Sergio Rizzo (Rizzoli)

TAGLIA TAGLIA,HANNO TAGLIATO I TAGLI

SONO VOLENTEROSE SFORBICIATINE AGLI SPRECHI DELLA POLITICA

Dal Quirinale alle circoscrizioni,nel divampare delle polemiche sulle spese eccessive dei nostri palazzi, palazzetti e palazzine del potere:hanno tolto gli asterischi.Sperando che bastasse spargere dello zucchero e velo per guadagnare un pò di tempo.Per tener duro finchè l’ondata d’indignazione si fosse placata.
Ma ve li ricordate? Giorgio La Malfa,Pri:”Sui costi della politica non basta un’indagine conoscitiva ma serve una grande inchiesta parlamentare”.Erminia Mazzoni,Udc:”L’etica si pratica,non si predica” Daniela Santanchè,La Destra: “Va eliminato il partito unico dei privilegi” Michela Brambilla,Pdl: “Faremo una raccolta di firme da inviare ai presidenti della Camera e del Senato per chiedere un freno ai costi della politica.I cittadini non sopportano piu di pagare i costi di un sistema di privilegi che non vuole riformarsi” Giulio Santagata,Pd: “Avvertiamo la necessità di agire con urgenza” Angelo Bonelli,dei verdi:”Dobbiamo arrivare a una rivisitazione dei benefit.Essere parlamentare è già una questione di privilegio,non si può abusarne”
Walter Veltroni,Pd: “Se dobbiamo tirare la cinchia bisogna farlo tutti assieme.Non va bene che in Italia ci siano i salari più bassi e gli stipendi più alti dei parlamentari d’Europa.Cosi come non va bene che con i soldi pubblici si finanzino 51 forze politiche,anche partiti con uno o due rappresentanti,e che si diano fondi a 31 giornali e organi di partito.Bisogna tornare a una politica di sobrietà”
Avanti ancora.Piero Fassino,Pd:” Non capisco perchè un parlamentare quando va a vedere la partita non deve pagare il biglietto.Io quando vado allo stadio,ancorchè parlamentare,il biglietto,me lo pago”.Roberto Calderoli,Lega Nord: “Che schifo,hanno ragione:la casta esiste veramente”Francesco Rutelli,Pd:”Dobbiamo ridurre il numero dei parlamentari.Ridurremo in questa legislatura  anche il numero dei sottosegretari e dei ministri”.
Oliviero Diliberto,Sinistra arcobaleno:”Il Pdci proporrà una salutare cura da cavallo per abbattere i costi della politica”
Un diluvio.Promesse, impegni moniti solenni.Ma concretamente? “Nel governo ci siamo diminuiti le retribuzioni del 30%.E questo prima che scopiasse la polemica”,rispondeva l’allora premier Romano Prodi,senza tuttavia precisare che il provvedimento riguardava solo ministri,viceministri e sottosegretari che erano contemporaneamente parlamentari con doppia busta paga,cioè 32 su 103.
“La Camera ,sin da inizio legislatura,ha lavorato di lima per ridurre le spese.C’è uno stile di sobrietà che rivendichiamo”,confermava l’allora presidente di Montecitorio Fausto Bertinotti,evidentemente convinto che non occorresse l’accetta o la sega ma bastasse levigare,spianare,smussare…”In materia di riduzione delle spese le Camere una scelta l’hanno già fatta e pesante tagliando i vitalizi dei parlamentari”,ribadiva il suo collega di Palazzo Madama,Franco Marini: “Dalla prossima legislatura saranno attivati i vitalizi solo se il parlamentare termina la leglislatura”
pesante? Solo per le pensioni e solo dalla legislatura successiva sarebbe un taglio pesante? Per carità,meglio che niente.Era un insulto che solo nel 2011,cioè 16 anni dopo la riforma Dini,finisse il lusso concesso a chi aveva fatto anche solo due anni e mezzo sugli scranni delle Camere di versare i contributi mancanti recuperando tutta la legislatura.

I soliti annunci della classe politica piu vergognosa del mondo-1ultima modifica: 2009-01-19T11:35:00+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo