Lo Stivale puzzolente

Ammetto che quando ho letto questo articolo sul Corriere della Sera,ho provato un gran godimento. E’ dedicato a coloro che ringraziano Dio per essere italiani, che se ne sbattono di quello che combinano i politici. Dobbiamo essere consapevoli del fatto che la verità sta dalla parte di noi antitaliani, che la maggior parte dell’Italia appoggia Berlusconi ma la maggior parte dell’Europa sta con noi ed è la cosa più importante perchè  questo non è un Belpaese,è una merda,è da solo non può fare nulla.

dal Corriere della Sera di oggi.Articolo di Danilo Taino

L’autunno dell’Italia è uno stivale malconcio,sporco,tra le foglie secche-nell’interpretazione che ne ha dato ieri la Suddeutsche Zeitung sulla copertina del suo magazine.Titolo:Der Stingstiefel,lo Stivale puzzolente ma anche entità negativa,pessimista, che si lamenta solo.Con un lungo articolo del giornalista americano Alexander Stille,il quotidiano di qualità più venduto in Germania-di centrosinistra- porta un attacco netto al declino scioccante-per chi guarda da fuori-di una delle maggiori storie di successo del dopoguerra.
E’ una copertina che,in qualche modo,ricorda quella ormai famosa degli Anni Settanta,quando Der Spiegel parlò di Brigate Rosse fotografando una pistola su un piatto di spaghetti.Con la differenza che,questa volta,l’analisi sembra non lasciare speranze per il futuro.Silvio Berlusconi è al cuore della critica all’arma bianca di Stille:”Da 14 anni,l’Italia è governata quasi continuamente da un miliardario capriccioso”,scrive l’autore.Che cita le battute più recenti del Presidente del Consiglio italiano-sugli immigrati clandestini a Lampedusa che si bevono una birra,sull’abbronzatura di Obama,sulla difficoltà di difendere le belle donne italiane dagli stupri-per dire che siamo di fronte a uno dei più strani e più inusuali fenomeni politici dei nostri giorni:una popolarità ,nonostante le debolezze e i punti di caduta dell’uomo ,”superata solo dall’amore  che egli ha per se stesso”.
In realtà ,l’articolo non è un semplice attacco a Berlusconi.E’ ben più preoccupato.Dice che il Paese è paralizzato e profondamente frustrato,nella morsa di pochi gruppi d’interesse.L’ex governo di Romano Prodi ha fallito in molte riforme,dice Stille,con il risultato che gli elettori non hanno visto grande differenza tra destra e sinistra.Niente ormai,da il mal di testa agli italiani,segno che il potere di Berlusconi sui media è forte ma anche che l’alternativa di centrosinistra è quasi dissolta.Durante gli scorsi 14 anni,analizza Stille, “la politica italiana è crollata drammaticamente”.Per 40 anni-corre l’analisi del giornalista-il Paese è stato uno dei grandi successi del mondo,in parallelo alla Germania e al Giappone.
Ma quando l’economia si è dovuta aprire,nei primi Anni Novanta,niente più ha funzionato:senza la protezione dello Stato e della spesa pubblica ,un sistema
caratterizzato  da “corruzione e sabbia negli ingranaggi” ha smesso di funzionare,si è bloccato.
La critica a Berlusconi è forte,la copertina è volutamente provocatoria,l’articolo inevitabilmente incompleto nell’analisi.Ma è una delle descrizioni più nette che dall’estero sia stata fatta della situazione italiana.Si può decidere di scrollare le spalle,di parlare di provocazione:fatto sta che l’opnione pubblica tedesca ,ieri,è arrivato un messaggio allarmato e pessimista.
Su un paese che,per molti non italiani,è irriconoscibile.

Lo Stivale puzzolenteultima modifica: 2009-02-14T22:56:05+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo