I TONINO BOYS/Alfonso Mascitelli

Questa sarà una settimana dedicata ai Tonino Boys. Un partito pro tempore ,che se domani mattina dovesse morire Berlusconi,non varrebbe piu nulla e la gran parte dei parlamentari a servizio di Di Pietro tornerebbero a fare i democristiani a tempo pieno.

Come ho scritto diverse volte,l’Italia dei Valori può contare di giornalisti con un enorme seguito sulla rete e nei dibattiti.In poche parole vogliono far credere che tutta la Casta puzza,tranne l’Italia dei Valori.Si…col posteriore.. Inutile che stia qui a dire queli sono i nomi del giornalisti o comici che sono a servizio di Di Pietro. Loro non si azzardano mai a tira fuori chi sono i parlamentari dell’Idv. Un sacco di ex democristiani  ex Udeur ex Msi o addirittura come David Favia che è stato uno dei fondatori di Forza Italia nelle Marche e poi per fare il salto di qualità è passato con Mastella. Per non parlare dei favori fatti al Centrodestra che hanno fatto in passato i Tonino Boys, i decenti si contano nelle dita di una sola mano.E l’Idv a livello locale?Sopratutto al Sud?Persone che meritano di essere tirate fuori perchè l’informazione va fatta a 360 gradi ,cari i miei leccaculi dipietristi.

L’altro giorno in Calabria è morta ,è meglio hanno ucciso la bambina di 5 anni di Pisa,tanto da far capire quando vai in vacanza la,cosa rischi nel caso ti sentissi male. Come leggerete, Mascitelli ci è andato vicino a combinare un guaio, è stato piu fortunato.

da IL TRIBUNO-Alberico Giostra (Castelvecchi)

ALFONSO MASCITELLI

Ginecologo,fa parte anche lui del lungo elenco di ex-dc.Sindaco di Villamagna (CH) per due mandati,nel 2004 ha preteso dalla Margherita di essere candidato alla Provincia di Chieti:”Altrimenti non prendo la tessera”,ha minacciato.Ricevuto un rifiuto,è subito entrato nell’Idv che lo faceva eleggere e lo nominava capogruppo.Nel 2005 è entrato nel consiglio  regionale abruzzese insieme al rivale Bruno Evangelista,a differenza di Mascitelli molto critico con Di Pietro per gli affaristi affluiti nel partito e la scarsa democrazia interna.Investito coordinatore regionale da Tonino,al congresso di Roccaraso del 2006 pur non avendo la maggioranza dei voti veniva confermato nell’incarico.Evangelista parlò di dati falsificati e fece ricorso,ma il risultato venne ratificato lo stesso.Nel 2005 l’accordo elettorale tra IDV e Unione escludeva assessorati regionali per il partito di Di Pietro,eppure Mascitelli,su impulso di Tonino,avviava un pressing continuo per averne uno,votando contro il bilancio,facendo andare sotto la maggioranza e flirtando di continuo con l’opposizione.Poi,poco prima dell’esplosione di Sanitopoli,strappata una poltrona in giunta,pur di non darla ad Evangelista la offriva all’uderrino Di Stansilao,favorendone il passaggio all’Idv.Nel 2007,alle comunali di Montesilvano,ha portato l’Idv  ad appoggiare il Centrodestra,ma Di Pietro in un esecutivo lo ha sottoposto a uno dei suoi tipici rituali di “degradazione”.Mascitelli  ha accarezzato l’idea di andarsene,ma poi è rimasto.E’ sotto processo a Penne per lesioni colpose gravi dopo che,l’11 febbraio 2005,ha perforato prima l’utero e poi l’intestino di una sua paziente.La donna si è salvata per miracolo.

I TONINO BOYS/Alfonso Mascitelliultima modifica: 2009-08-26T20:33:15+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo