PAOLO BARNARD RISPONDE/Trattato di Lisbona

Ultimamente Paolo Barnard ha fatto dei video molto interessanti ,anche il suo sito è tutto da leggere.Da uno del genere si imparano cose che nessun’altro giornalista avrebbe il coraggio di scrivere.Sia nel blog che nel canale di Youtube ricevo commenti su quello che dice Barnard e qualcuno l’ho girato proprio a lui .Come sempre ha risposto in modo chiaro.

 LE RISPOSTE DI PAOLO BARNARD

>La costituzione europea è una serie di principi a cui le direttive devono uniformarsi, ma MAI E POI MAI può travalicare la costituzione dello stato membro. Le direttive hanno forza superiore alla legge interna ma NON rispetto alle norme costituzionali e, con tua buona pace, sono in vigore da oltre un
>trentennio, senza che ci sia stato alcun golpe. Anzi, le direttive europee
>spesso sono state un positivo stimolo a migliorare la legislazione interna:
>senza di esse, per esempio, non avremmo in italia il codice del consumo, con
>norme importanti a tutela del cittadino consumatore.
>Meglio continuare a parlare di mafia e politica, è più interessante e reale
>delle farneticazioni di paolo barnard.
(UN UTENTE CHE HA RILASCIATO UN COMMENTO SUL MIO BLOG MY BLOG)

Meglio continuare a parlare di picciotti, e lasciare in pace la Cupola. Questo è il senso del
commento di sto tizio, bravo. Per la supremazia del Trattato sulle costituzioni, essa è sancita
dalla sentenza della Corte Europea di Giustizia contenuta in Primacy of Union law, Declaration N°
17,e nel capitolo National constitutions and the Lisbon Treaty: conflicts are resolved by the EU
Court, 344 TFEU – obligation of loyalty, 4.3 TEU, 24.3 TEU – Declaration N° 30, respect of national
identities and national constitutions, 4.2 TEU, 1, I2.4, I3. Il Trattato scavalca le costituzione
senza dubbio, poi il fatto che certi stati facciano resistenza non cambia il dolo.

>Mah… a me sembra che ci siano parecchie inesattezze, a partire dal fatto
>che la Costituzione Europea non è di fatto una vera costituzione, ma un Testo
>Unico contenente varie norme, e non mi risulta proprio che abbia priorità
>assoluta sulle Costituzioni degli stati membri.
>Affermazioni e articoli del genere io li prenderei parecchio con le molle, e
>quanto meno andrei a informarmi per bene prima di partire in quarta e gridare
>allo scandalo…  (UN UTENTE CHE HA COMMENTATO UN MIO VIDEO SU YOUTUBE)

Idem come sopra.

>Tutti gli stati membri hanno interesse a progredire verso un’Europa più forte
>e coesa,non a regredire verso decisioni intergovernative.L’Italia è un grande
>Paese,ma non è uno Stato membro forte.E’ suo interesse nazionale ,anche con la
>scelta del presidente del Consiglio europeo,un’Europa comunitaria,con una
>Commissione che sia arbitro autorevole,capace di imporre il rispetto delle
>regole anche ai più forti.
>
>(Mario Monti domenica 18 ottobre sul Corriere della Sera)

Anche io ho scritto che per l’Italia cialtrona
nel DNA il Trattato comporta certi vantaggi. Ma
rimane il fatto scandaloso che nessuno abbia
interpellato i cittadini su questo Trattato, e
soprattutto sulle sue filosofie di fondo. Monti è
il solito elitista che chiaramente pensa alla
gente come pecore che devono farsi governare
senza fiatare. Ma questo è un colpo di stato.

>
>Con il Trattato di Lisbona Berlusconi e il suo governo mafioso non può piu
>fare ciò che vuole. (UNA FRASE CHE SI SENTE SPESSO DAGLI ANTIBERLUSCONIANI
)

Vero, ma che prezzo paghiamo per mettere le
manette a Berl? Un prezzo enorme in termini di
perdita di democrazia e di futuro deciso da altri
contro i nostri interessi. Chi commenta così sono
i soliti fanatici che ormai pur di eliminare Berl
venderebbero l’Italia al diavolo assieme ai loro
figli.

PAOLO BARNARD RISPONDE/Trattato di Lisbonaultima modifica: 2009-10-24T23:31:00+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo