Paolo Barnard risponde

Era da circa un mese che non scrivevo a Paolo Barnard ma dopo gli ultimi avvenimenti ero curioso di sapere cosa ne pensasse.Presto farò un video su Youtube dove metterò la sintesi delle sue risposte alle mie domande che gli ho posto anche nelle email precedenti. E’ chiarissimo Barnard,come al solito non lecca il culo a nessuno.

Ciao

>Perchè non scrivi un libro dal titolo ” PALADINI DELL’ANTISISTEMA? Non sarebbe un libro inutile perchè faresti aprire gli occhi alla gente.

Non ho i mezzi per scrivere un libro così, e poi quello che ho da dire è già pubblicato in rete.
Chi compra un libro se lo può leggere gratis in rete?

>1) Inevitabile che ti chieda cosa ne pensi del ferimento di Berlusconi da parte di Massimo Tartaglia e di come  secondo te si sono comportati i giornalisti.

I giornalisti sono dei pagliacci o dei minorati mentali, non hanno alcuna dignità e coraggio di
decidere cosa sia notiza e cosa no. Tartaglia è un povero pazzo. Fine della storia.

>2)Ma tu non vai in televisione perchè non ti invitano o perchè non ci vuoi andare ? Una cosa è certa:tu li metteresti in riga e la gente comincerebbe a svegliarsi.

Non mi invitano neppure morti.

>3)  hai lavorato con Santoro a Samarcanda.Ma è davvero quel giornalista democratico che lascia  dire alla gente ciò che vuole oppure decide lui ?

Uno che è stato 20 anni in RAI sotto il PCI  secondo te è uno libero? Non esiste televisione libera a quel livello, non scherziamo.

>4) 10 100 1000 Piero Ricca.A dire questo non è il primo fesso che passa per strada ma il noto politologo Giovanni Sartori.C’è da essere preoccupati?

Sì, moltissimo. Vuol dire: 1000 tizi che coinvogliano le energie dei cittadini via e
lontano dal vero Potere. Gli fa comodo al Potere.

>5) sarei curioso di sapere cosa ne pensano di te i giornalisti dei quotidiani di centrodestra.

Non lo so. Mai frequentati. Ciao e grazie, B.

Paolo Barnard rispondeultima modifica: 2009-12-23T17:20:17+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo