Intervista con il reporter di guerra-2

da IL LIBRO CHE LE MULTINAZIONALI NON TI FAREBBERO MAI LEGGERE-Klaus Werner Lobo (Newton Compton Editori)

IL PADRE DI JENA,AD ESEMPIO,HA PROGETTATO UN SISTEMA ENERGETICO INTELLIGENTE PER ABITAZIONI E JENA VIVE IN UNA CASA NELLA QUALE,GRAZIE ALL’ENERGIA SOLARE,D’ESTATE COME IN INVERNO LA TEMPERATURA E’ GRADEVOLE.

Il bello è che apportando miglioramenti nell’edilizia abitativa,affrontiamo anche il problema della globalizzazione.Di certo non posso spedire la mia casa in Cina,dove la manodopera costa meno,per farla ottimizzare dal punto di vista energetico.Dobbiamo farlo noi qui.Uno riveste il tetto di materiale isolante,un altro installa l’impianto solare.Cosi si favorisce l’occupazione a livello locale e regionale.E se utilizziamo lampade a risparmio energetico,anche se all’inizio avremo la sensazione di spendere di piu,ci accorgeremo dei vantaggi notando la lunga durata e la diminuzione dei costi in bolletta.

QUESTE COSE LE SAPPIAMO TUTTI GIA’ DA UNA VENTINA D’ANNI.PERCHE’ TALI INIZIATIVE NON PRENDONO PIEDE?

Probabilmente perchè l’energia finora è stata troppo economica.

TRA VENT’ANNI GUIDEREMO ANCORA  LE AUTOMOBILI?

Sicuramente ci saranno ancora veicoli a motore individuali,ma saranno molto cari e la gente dovrà investire di piu nelle reti ferroviarie,perchè sono piu economiche e possono essere alimentate con fonti energetiche rinnovabili.

E VOLEREMO ANCORA?

La nuova generazione di areoplani è composta da enormi airbus che,possiamo calcolare,consumano tre litri a passeggero ogni cento chilometri.E’ pochissimo se paragoniamo questo dato al consumo di un’auto.Perciò verosibilmente la gente continuerà a volare,ma molte cose non saranno piu possibili,come ad esempio,volare da Vienna a Berlino con 29 euro.Ora è possibile perchè il carburante degli non è soggetto a tassazione.Il futuro dei trasporti in Europa è senza dubbio affidato alla ferrovia:ci saranno linee ad alte velocità,che in ultima analisi non sono poi molto piu lente degli aerei,se si calcola anche il tempo del tragitto fino all’aeroporto.

SUONA RELATIVAMENTE OTTIMISTICO.

Siamo già di fronte a uno scenario preoccupante.Quando ad esempio,in seguito a una guerra,il prezzo del petrolio schizza alle stelle,si presenta un problema molto serio.Oggi utilizziamo il petrolio non solo per i trasporti,ma anche per la produzione di generi alimentari.In Europa forse è un problema risolvibile,ma nei Paesi poveri della terra la situazione è molto piu difficile.Potranno accedere al petrolio solo coloro che hanno molti soldi.

Intervista con il reporter di guerra-2ultima modifica: 2010-01-26T22:48:15+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo