Bill Gates e la Microsoft

Oggi come nei giorni scorsi,sono apparse sui giornali le dichiarazioni di Bill Gates che tira le orecchie a Silvio Berlusconi  perchè secondo il terzo uomo piu ricco del mondo,l’Italia è tirchia negli aiuti per i paesi poveri.

Non voglio difendere Berlusconi ma voglio parlare a 360 gradi e sono convinto di fare informazione utile, piu di molti quotidiani ,blog e trasmissioni televisive. Da questo interessante libro che consiglio a tutti, Lobo ci spiega alla perfezione chi è Gates e la Microsoft. Ovviamente certi giornali (ovviamente di sinistra) manco si sognano di raccontare chi è Gates e i danni che fa ma sopratutto la sua ipocrisia. In questo libro capirete le stronzate che dicono i giornalisti italiani,berlusconiani e anti.

da IL LIBRO CHE LE MULTINAZIONALI NON TI FAREBBERO MAI LEGGERE-Klaus Werner-Lobo (Newton Compton Editori)

MICROSOFT CORPORATION

“Assumersi le responsabili8tà non solo economiche,ma anche sociali”

PRODOTTI-MARCHI: Sistemi operativi per computers, software e componenti-consolle Xbox-lettore MP3 Zune

HOMEPAGE: www.microsoft.com

DATI AZIENDALI: Fatturato (2007):51 miliardi di dollari.

UTILE (2007): 18,5 miliardi di dollari

DIPENDENTI: 71.000

SEDE: Redmond,washington (Usa)

ACCUSE: tentato monopolio e lotta spietata per brevetti sofware,tolleranza di violazioni ai diritti umani in Cina

Bill Gates,il fondatore della Microsoft, è il terzo uomo piu ricco al mondo:con circa 60 miliardi di dollari,possiede tanto denaro quanto ne hanno a disposizione in un anno tutti gli abitanti dei 50 stati piu poveri del mondo messi insieme.Ma evidentemente non basta.Microsoft è vicina a detenere il monopolio di molti settori dell’industria informatica e cerca di consolidare ulteriormente questa posizione:ad esempio grazie ai brevette sofware,per mezzo dei quali le aziende fanno valere il proprio diritto esclusivo sulle loro “invenzioni”.Spesso però non si tratta del copyright su complessi programmi ,bensi su cose piu banali,come il doppio click mouse.Brevettando i singoli passi della programmazione,l’azienda vuole scongiurare il rischio che i programmi open sourch possono divenire dei seri concorrenti.Per i suoi costanti tentativi di danneggiare i concorrenti,la Microsoft è stata persino condannata  dall’UE al pagamento di una multa di 500 milioni di euro.Billa Gates e la Microsoft sono inoltre ferventi sostenitori del cosidetto accordo TRIPS,che tutela la “proprietà intelletuale”in tutto il mondo,facendo si che anche cose indispensabili come le medicine diventino inaccessibili ai piu poveri a causa delle alte spese per i diritti di licenza.
Al tempo stesso Bill Gates è a capo di una fondazione che si ripromette di investire nella lotta alle malattie come l’AIDS e la malaria,e per questo è ritenuto da molti un benefattore.Di fatto solo gli utili derivanti dagli investimenti della fondazione vengono impiegati in progetti “di interesse pubblico”,la cui effettiva utilità per il bene comune è,peraltro,quantomeno discutibile.Il capitale in sè viene investito in grandi gruppi industriali che,in verità,aggravano molti dei problemi che la fondazione si propone di risolvere,riferiva il “Los Angeles Times” all’inizio del 2007.Si tratta di gruppi industriali come le ditte farmaceutiche Abbott e Merck,che vendono i farmaci anti-aids a prezzi proibitivi per i pazienti delle aree piu povere del mondo.Il “Los Angeles Times” riporta che in Nigeria la fondazione Gates ha finanziato con 167 milioni di euro un progetto per vaccinare i bambini contro la poliomielite e il morbillo,investendo al tempo stesso quasi il producendo sostanze tossiche che provocano gravi danni alle persone dell’ambiente.Gli stessi bambini che,grazie alla fondazione Gates,erano stati vaccinati contro il morbillo,soffrono di gravi disturbi alle vie respiratorie.Una portavoce della fondazione rispose alle accuse affermando che una valutazione etica degli investimenti sarebbe stata troppo complessa.
Amnisty international accusò Microsoft,ma anche Google e Yahoo,di aver collaborato alle censura di Internet in Cina.Le aziende si sarebbero piegate,per interesse,alle  pressioni del regime autoritario e avrebbero cosi contibuito  alla violazione della libertà di pensiero.Sulla pagina di MSN Space in Cina non sarebbero potuti comprarire weblog contenenti le parole “democrazia” ,”diritti umani” o “libertà di pensiero”.
Nel 2005 Microsoft,su richiesta del regime cinese,chiuse il blog di alcuni giornalisti locali che si occupavano di trattare il tema della censura.Secondo una notizia del giornale britannico “Guardian” ,la concorrente di Microsoft Yahoo si spinse fino a rivelare i dati personali di una giornalista colpevole di aver inviato un’email critica.L’uomo venne arrestato e condannato a dieci anni di reclusione e ai lavori forzati.Le aziende affermarono di non avere alcuna e di dover sottostare alle leggi in vigore nel Paese.E’ questo ciò che Bill Gates & Co intendono per “libera economia di mercato?”
“Poichè lei,signor Gates,è amico della Cina,io sono amico di Microsoft,si compiaceva di dire nel 2006 il presidente Hu Jintao in occasione della visita del fondatore della Microsoft in Cina.
 

Bill Gates e la Microsoftultima modifica: 2010-01-29T18:29:33+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo