Le banche salvate dal fallimento spendono soldi per neutralizzare i lavoratori

Questo pezzo di Censura 2010 lo pubblico oltre per il fatto che sia una delle notizie piu censurate dalla sopravalutata informazione americana ,perchè c’è qualcuno (rincoglionito dai paladini della controinformazione) che nei miei ultimi video ,continua lasciare commenti senza senso.Sappiamo come si informano i tifosi di certi giornalisti e a chi danno la colpa per il serio problema dell’economia e anche dei posti di lavoro che sono stati bruciati. Degli altri Paesi non sanno nulla eppure continuano a dire che solo in Italia succede questo, dalle altri parti no ecc ecc. Diamo un occhiata come vengono trattati i lavoratori negli Usa e poi guardiamo. Certi giornali (e giornalisti) si dovrebbero vergognare.

da CENSURA 2010-Peter Phillips e Project Censured (Nuovi Mondi)

Il 17 ottobre 2008 ,tre giorni dopo la Bank of America Corporation ha ricevuto 25 miliardi di dollari di fondi federali per il suo salvataggio,i suoi vertici hanno tenuto una teleconferenza per organizzare l’opposizione all’Employee Free Choice Act (EFCA).I partecipanti,tra cui l’AIG,sono stati invitati a convincere i loro clienti a inviare “ingenti contributi” ai gruppi che lavoravano contro l’EFCA,oltre che a senatori repubblicani vulnerabili che potevano essere facilmente utilizzati per contribuire al respingimento di un disegno di legge sul lavoro che avrebbe permesso ai dipendenti di incontrare meno difficoltà nella costituzione dei sindacati.
Bernie Marcus,cofondatore di Home Depot ,e Rick Berman,fondatore del Center for Union Facts,hanno effettuato la telefonata di un’ora che ha inquadrato la legislazione come una minaccia al capitalismo americano.La legislazione,che avrebbe permesso ai lavoratori di costituire sindacati tenendo elezioni tradizionali oppure facendo firmare moduli scritti alla maggioranza dei dipendenti,quasi sicuramente troverà sulla sua strada l’ostruzionismo parlamentare dei repubblicani.Obama e i senatori democratici hanno dichiarato il proprio impegno a favore del disegno di legge.Servivano donazioni di centinaia di migliaia,se non milioni,di dollari,per impedire che l’America-cosi si diceva-si trasformasse “nella Francia”.Se un rivenditore non  si sente coinvolto in tutto ciò,se non spende soldi per queste elezioni,se non ha inviato soldi a (ll’ex -senatore) Norm Coleman e a tutti gli altri,bisognerebbe sparargli.Bisognerebbe togliergli il suo fottuto posto di lavoro”,ha dichiarato Marcus.
Uno degli organizzatori della conferenza ha suggerito ai partecipanti di inviare ingenti contributi all’organizzazione di Berman come modo per influenzare le elezioni senza violare la legge sulla campagna finanziaria di McCain-Feingold.”Alcune organizzazioni hanno staccato assegni per 250.000, 500.000 dollari o addirittura 2 milioni”,ha affermato Steven Hantler,direttore di Free Enterprise and Entrepreneurship presso la Marcus Foundation di Bernie Marcus.
Secondo Sam Stein,i gruppi che si battono per le riforme stanno inviando lettere ai presidenti delle commissioni parlamentari e al direttore del comitato di supervisore parlamentare,chiedendo con forza un’indagine per capire se i beneficiari dei fondi di salvataggio abbiano usato il denaro dei contribuenti per favorire candidati e organizzazioni politiche.Si legge nella lettera:

“Stiamo chiedendo al Congresso di indagare per capire se Bank of America,AIG e altri beneficiari di miliardi di dollari per il salvataggio dal fallimento abbiano usato i dollari dei contribuenti per inviare “ingenti contributi” a una qualsiasi organizzazione politica.Il Congresso ha la responsabilità di sorvegliare sui 700 miliardi di dollari utilizzati per il salvataggio del settore dei servizi finanziari.Ciò significa accertarsi che questi fondi dei contribuenti vengano utilizzati in maniera trasparente e in modo che vadano a beneficio della gente comune e non di interessi particolari”

Berman ha affermato che “nulla in quell’invito faceva riferimento all’atto di convogliare denaro verso qualcuno”.A ogni modo,Bank of America ha effettivamente speso tempo e risorse per ospitare il forum anti-EFCA,durante il quale i partecipanti sono stati invitati a effettuare donazioni ai politici.Di per sè, questo fatto ha costretto i gruppi che si battono per le riforme governative a sollevare preoccupazioni al Congresso.”Sembra che ci siano mossi cosi:hanno preso il denaro dei contribuenti per foraggiare i loro schiavi politici,ovvero i repubblicani di destra” ,ha dichiarato  il deputato Alan Grayson.In una lettera si leggeva:

“Nel nostro sistema attuale,chi ha interessi particolari crede di poter comprare le azioni politiche del Congresso coi contributi alle campagne,e ne è convinta anche l’opinione pubblica.Le società di Wall Street spendono abitualmente milioni di dollari sotto forma di contributi alle campagne e di azioni di lobby per contrastare la sorveglianza sulle pratiche che hanno determinato l’attuale crisi econimica”.

“Bank of America ora non riceve soltanto i soldi per il salvataggio:presta il proprio nome per partecipare a una campagna che vuole impedire ai lavoratori di poter scegliere come formare un sindacato”,ha dichiarato Stephen Lerner,direttore del Private Equity Project alla SEIU (Service Employees International Union).
“La società piu importanti che hanno dato vita al problema ci stanno chiedendo,nello stesso identico istante,di salvarle dal fallimento cosi da poter poi riutilizzare quel denaro per impedire ai lavoratori di migliorare le loro condizioni di vita”.

FONTE:

Huffington Post,27 gennaio 2009
Articolo: “Bailout Spent to Defeat Labor (I fondi destinate al salvataggio vengono spesi per neautralizzare i lavoratori)

Autore:Sam Stein

Studenti ricercatori:Ben Kaufman e Rosemary Scott

Docente valutatore:Kelly Bucy

Sonoma State University

Le banche salvate dal fallimento spendono soldi per neutralizzare i lavoratoriultima modifica: 2010-06-25T20:44:23+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo