Gli uomini dell’esercito scelti da Obama-3

Solo il 5% degli studenti del college al di sotto dei trent’anni legge i quotidiani.La maggior parte si tiene informata tramite la televisione e l’uso crescente di internet.Uno dei maggiori problemi  delle fonti indipendenti sul Web e l’idea della loro scarsa affidabilità:la gente spesso diffida della veridicità e della precisione delle notizie divulgate da fonti di informazione alternative.Negli ultimi dieci anni,durante centinaia di presentazioni in tutti gli Stati Uniti,allo staff di Project Censored è spesso stato chiesto:”Quali sono le migliori fonti di informazione a cui ci possiamo affidare?

A dire questo non è Piero Ricca in uno dei suoi tanti Agorà dove parla per quattro ore senza contraddittorio oppure Travaglio in Passaparola o Annozero, è il libro Censura 2010. A dimostrazione di quante stronzate dicono questi giornalisti o blogger malati di protagonismo.Quante volte li abbiamo sentiti dire che solo in Italia la gente si informa tramite tv e senza leggere giornali.Le librerie dovrebbero fare una promozione:compri due paghi uno cioè vendere i libri di Travaglio con in omaggio CENSURA 2010 per far capire le balle che ci racconta il giornalista dipietrista .Per fortuna io sono uno che legge tutto e che quando è necessario cambia idea in tempo

Per quanto riguarda l’argomento principale di questi pezzi che sto pubblicando, ci fa  capire il modo in cui i principale media americana cercano di ignorare gli errori gravi che commettono i presidenti ,esattamente come fanno i vari Fede-Minzolini-Feltri.In Usa però le tv a favore del Presidente sono di piu.

da CENSURA 2010-Peter Phillips-Project Censored

AGGIORNAMENTO DI ROBERT PERRY

La conferma di Robert Gates è stato il primo segnale chiaro del fatto  che Obama non si sarebbe allontanato in modo significativo dalle politiche sulla sicurezza nazionale del suo predecessore Bush.E’ inoltre chiaro che quest’ultimo non aveva alcuna intenzione di contestare le storie false di Washington relative ai decenni in cui avevano governato i repubblicani,dal momento che Gates era stato un personaggio fondamentale in molti di quegli scandali,compresi l’Irangate e la politicazzione della CIA,due prodromi importanti delle decisioni disastrose di Bush in questo decennio.Al contrario,confermando Gates,Obama ha messo in chiaro di voler evitare quel genere di conflitti che avrebbero potuto mettere gli Stati Uniti su una strada radicalmente diversa:si inchinava a tutti gli effetti allo status quo.
Da allora,le intenzioni del presidente non hanno fatto che diventare ancor piu chiare.Pur distanziandosi sul piano retorico dalla linea bellicosa di Bush,Obama ha mantenuto buona parte della sua sostanza,mentre Gates e altri personaggi rimasti in carica rallentavano il ritiro degli USA dall’Iraq e rafforzavano la presenza militare dei soldati americani in Afghanistan.Obama ha inoltre contrastato qualsiasi tentativo di indurre a rispondere delle loro azioni i vecchi superiori di Gates,proprio come il presidente Clinton aveva insabbiato gli scandali precedenti,che chiamavano in causa Gates e i governi di Reagan e Bush senior.
Gates era uno dei prediletti dell’establishment quando erano al governo Reagan e Bush e continua a esserlo tuttora.Quando è stato nominato ministro della difesa da George W.Bush,nel novembre del 2006,i grandi media hanno frainteso completamente la rilevanza dell’accaduto.Secondo il comune buonsenso,la nomina di Gates indicava che Bush si sarebbe inchinato al programma del Gruppo di ricerca sull’Iraq,che prevedeva l’abbandono progressivo delle operazioni belliche.In realtà, Gates era molto piu falco di Donald Rumsfeld.Ma i grandi nomi del giornalismo  non corressero mai quell’errore,continuando a guardare Gates attraverso lenti colorate di rose.Quando il programma 60 Minutes della CBS realizzò un profilo della vita recente di Gates,non emerse nient’altro a parte la profonda preoccupazione personale che Gates nutriva riguardo alle truppe,nonostante il lavoro che aveva svolto precedentemente per il governo avesse spianato la strada alle guerre di George W.Bush (in particolare attraverso la corruzione della divisione analitica della CIA) e anche se il suo sostegno incondizionato all’escalation militare in Iraq aveva mandato a morire più di mille soldati.I giudici critici su Gates continuano ad arrivare prevalentemente da ex-funzionari della CIA che hanno lavorato con lui nei primi anni della sua carriera e lo conoscono come un attivista esperto e senza scrupoli.Per esempio,l’ex-analista della CIA Melvin A.Goodman dedica un’ampia sezione del suo libro Failure of intelligence:The Decline and Fall of the Cia nel ruolo che Gstes ha avuto nel porre fine alla tradizione della Cia che prevedeva di fornire informazioni d’intelligence “di prima mano” ai politici americani.Durante il periodo in cui Gates dominò sulla divisione analitica,negli anni Ottanta,quest’abitudine cessò le informazioni di intelligence iniziarono a essere sistematicamente manipolate secondo il volere degli ideologi dell’era Reagan.

Gli uomini dell’esercito scelti da Obama-3ultima modifica: 2010-06-29T20:15:04+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo