Il trionfo della democrazia.Un governo di pochi e banchieri

Avete letto giornali e tv negli ultimi due giorni? Impossibile trovare qualcuno che abbia avuto il coraggio di scrivere in modo obiettivo chi era Padoa Schioppa.Stamattina su Il Messaggero il titolo di  un articolo scritto da Barbara Corrao è: L’EUROPA SI INCHINA ALL’ITALIANO CHE SI E’ BATTUTO PER CREARE L’EURO. Infatti quell’Euro che ha indebitato tutti i Paesi creato per arricchire poche persone, cioè i banchieri.
Purtroppo in Italia c’è una stampa di merda, dicono che c’è poca libertà, in realtà c’è ne troppa , tutti gli anni nascono quotidiani nuovi ma nessuno si azzarda mai ad attaccare il vero potere e nessuno spiega in modo serio alla gente che cosa è successo il 2 maggio 1998 con la nascita dell’Unione Monetaria.
Strano che ci siano giornalisti che rincoglioniscono  la gente invitandoli ad andare in piazza per difendere la Costituzione ma mai una volta che si azzardano a dire che l’Unione Europea  la violenta.
Io paragono l’Unione europea ad un gruppo di violenti che comandano a loro piacimento un quartiere e che la gente invece di opporsi fanno quello che vogliono i violenti e se ogni tanto c’è qualcuno che si azzarda a ribellarsi,vengono subito bloccati convincendoli che stare alla loro regole è la cosa migliore.

Ne approfitterò nei giorni festivi per leggere e fare dei video su Tommaso Padoa Schioppa e su suoi compagni, ma non quello che scrivono l’Unità-Repubblica o Il Fatto Quotidiano.Tv e giornali certe cose non vogliono dirle e allora tocca a noi popolo del web dire la verità  prendendo notizie dai libri o da qualche giornalista scomodo fatto fuori perchè da fastidio al vero potere.

da LA DITTATURA EUROPEA-Ida Magli (Bur)

L’IMPERO DEI BANCHIERI

IL TRIONFO DELLA DEMOCRAZIA:UN GOVERNO DI POCHI E BANCHIERI

Il 2 maggio 1998 alcune delle famiglie europee piu importanti del mondo politico e di quello degli affari tenevano pronto lo champagne da stappare per lo storico momento in cui da Bruxelles i corrispondenti televisivi di tutti gli Stati d’Europa avrebbero annunciato la nascita dell’Unione Monetaria Europea.Ma sopratutto la nascita dell’unico vero sistema di governo e di potere su tutti i cittadini d’Europa:la Banca centrale europea (Bce).In Italia si aspettava l’apparizione in televisione di un soddisfattissimo Prodi che,con il calice in mano,doveva festeggiare,insieme a Carlo Azeglio Ciampi,suo principale complice nella gigantesca svendita dei beni e del denaro degli italiani offerti in sacrificio alla nuova divinità “Europa”,l’avvenuto tradimento.
I banchieri e gli economisti che avevano voluto a tutti i costi creare la moneta unica europea,per sfuggire alle ire e alle vendette dei popoli al momento del crac dell’euro.
Che si siano sempre considerati come dei,i signori delle banche,centrali e non, insieme ai loro compagni d’affari,economisti e finanzieri,non c’è dubbio;ma che potessero cadere così in fretta dal loro empireo,erano stati davvero in pochi a prevederlo.La fuga viene portata a termine come tutti desideravano,senza nè lacrime nè sangue,cose notoriamente riservate soltanto ai sudditi,e i nostri eroi ritornano sani e salvi al sicuro nelle proprie case.
Chi erano?
Ciampi-Prodi-Monti-Visco,nomi talmente noti e ovvi che il citarli non sembrerebbe dover richiedere alcuna precauzione.Ciampi è stato infatti premiato dal Bilderberg e dalle altre potentissime società di cui è membro,con il massimo della carriera:è diventato quell’incredibile presidente della Repubblica Italiana,grottescamente finto innamorato della patria e dedito al culto di se stesso nelle vesti di capo dello Stato,che abbiamo visto pretendere “ghedaffiane” parate militari in costumi storici.Mario Monti,invece,anch’egli membro dei due club mondialisti piu potenti ,il Bilderberg e la Commissione trilaterale,è stato premiato,in maniera forse meno vistosa agli occhi del pubblico ma piu significativa dal punto di vista del potere,in quanto è stato immesso nel Consiglio della Banca centrale europea.Se si pensa che era stato costretto a dimettersi,insieme alla Commissione Santer, per l’accertata responsabilità collegiale dei commissari nei casi di frode,cattiva gestione e nepotismo” messi in luce dal Collegio di periti nominato dal Parlamento europeo,si rimane ancora piu convinti che i giudizi per i detentori del potere sono molto diversi da quelli riservati ai normali cittadini. (Aggiungo per completezza d’informazione,che fu costretto a dimettersi anche l’altro commissario italiano,Emma Bonino,anch’essa naturalmente presente alle riunioni del Bilderberg,a causa del buco di settemila miliardi rilevato nell’Ufficio europeo per gli Aiuti umanitari d’emergenza di cui era a capo e che non abbiamo mai saputo dove siano andati a finire).
Romano Prodi,complice di Ciampi nella svendita dei beni dello Stato e nella rincorsa all’euro,alla cui inaugurazione avevano ambedue brindato “con le lacrime agli occhi”,come ha detto Ciampi,è stato premiato con la nomina a presidente della Commissione europea.Se non fosse per il fatto che non esiste banchiere al mondo capace di spremere una lacrima,potremmo quasi credergli.Nessuno piu di lui,infatti,aveva speso le proprie energie per convincere gli Italiani che “entrare in  Europa” era il miglior destino che potessero mai attendersi.Abbandonata la fiducia nello “Stellone d’Italia”, i poveri Italiani si sono affidati,Con Prodi, a uno “Stellone” purtroppo mai sperimentato in precedenza,quello d’Europa,che ancora non ha manifestato neppure una briciola della carica magica attribuitagli.
Di Carlo Azeglio Ciampi,che conosciamo già come devastatore delle finanze italiane tramite la massiccia svalutazione della lira e come liquidatore,con l’aiuto delle potenti banche Goldman Sachs,Merrill Lynch e Solomon Brothers,delle maggiori industrie dello Stato,è inutile forse sottolineare il fatto che appartiene a quasi tutte le organizzazioni semisegrete che guidano  il mondo.Oltre che del Bilderberg e dell’Aspen Institute,è membro della Banca dei Regolamenti internazionali (Bis),autentico vertice del capitalismo finanziario mondiale, di cui è stato anche vicepresidente.Giustamente,quindi,come abbiamo già visto,è stato premiato con la presidenza della Repubblica.
Creata nel 1930 per il pagamento  dei danni di guerra fissati a Versailles,con il passare del tempo la Bis è diventata la Banca centrale delle Banche centrali,controllando rigorosamente in questo modo il flusso mondiale del denaro.I tredici membri iniziali sono aumentati a poco a poco fino a diventare 41 con i direttori delle Banche centrali del Canada e del Giappone.Naturalmente ne sono proprietari per la massima parte dei privati,come sempre per quanto riguarda le Banche centrali,mentre le quote riferibili agli Stati si aggirano intorno al 16%.
 

Il trionfo della democrazia.Un governo di pochi e banchieriultima modifica: 2010-12-20T20:21:07+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo