La sanità di Obama nega l’operazione al bimbo moribondo

Ennesima prova di come è democratico questo paese.Obama è un falsario e come dice Barnard la sua non è una riforma ma una buffonata ,un regalo alle assicurazioni ma sopratutto non aiuta tutti.Non sapevo di questo bimbo di cinque mesi gravemente malato che rischia di morire.La sua famiglia non si può permettere di spendere 500.000 dollari e allora come dice la madre di Seth, è una vera e propria condanna a morte.
Sono riusciti a trovare i soldi (una parte li ha sborsati Michael Moore) per uscire di galera Julian Assange(a fine gennaio uscirà un libro di un suo ex collaboratore e sono convinto che ne leggeremo delle belle) ma non si riesce a trovare i soldi per salvare questo bimbo? Si trovano:dovrebbe sborsarli il signor Barack Obama se vuole fare qualcosa di buono una volta tanto visto che non ha ancora azzeccato nulla da quando è presidente.Se il piccolo Seth morirà, deve vergognarsi lui e gli Stati Uniti.

Un pezzo di articolo preso da LIBERO 21/12/2010- Matteo Orsucci-

Seth Petrikis ha appena cinque mesi e vive a Dyer,nell’indiana dopo solamente 17 giorni di vita il bambino è stato sottoposto ad un delicato intervento a cuore aperto dettato da una malformazione congenita all’apparato cardocircolatorio gli esami istologici sul tessuto hanno poi dimostrato che il piccolo è affetto dalla sindrone di digeorge,una rara malattia congenita che consiste in una presenza atrofica (o in taluni casi nella totale assenza) della ghiandola del timo.
Ma perchè la storia della famiglia Petreikis sta facendo scalpore in queste ore negli Usa? Semplice.La riforma obamiana del sistema sanitario approvata dopo lunga gestazione nel marzo scorso inizia ad evidenziare le sue prime falle: salutata da tutto l’ambiente democrat come la svolta dell’America che cambia.Ha riscosso pure le simpatie di certi salotti republican che vedono nell’impostazione liberal del welfare un grande limite.
L’obbligo della polizza evidentemente non basta a salvare davvero tutte le vite,nel momento in cui le spese mediche per le malattie rare e le sindromi non vengono sostenute ovviamente dal governo centrale,come da prassi,e tanto meno dalle assicurazioni che dovrebbero stipulare polizze astronomiche per cure costosissime.Ed è proprio il caso della sindrome digeorge di cui è affetto il piccolo Seth.La sua unica possibilità è infatti un trapianto di timo che solo la dottoressa Markert è in grado di eseguire (il chirurgo ha infatti all’attivo ben 60 pazienti trapiantati con 43 esiti positivi).L’operazione ha un costo di 500.000 dollari,cifra di cui la famiglia non dispone e nessuna banca,ad oggi ,vuole elargire un prestito la madre ha dichiarato: “è come se avessero condannato a morte mio figlio”.In effetti basta un’influenza per uccidere Seth.Mandando la prima risposta immunitaria le medicine sono del tutto inutili.Senza tener conto che è nell’età pediatrica che si effettuano i primi vaccini ,ma per Seth è pura utopia,proprio perchè essi funzionano all’interno di un sistema immunitario non deficitario. 

La sanità di Obama nega l’operazione al bimbo moribondoultima modifica: 2010-12-21T17:20:32+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo