Intervista Licio Gelli su OGGI (2 parte)

In questa intervista Licio Gelli recita molto bene.Io sulla magistratura non ci metto la mano sul fuoco ma per il depistaggio delle indagini per la strage di Bologna questo signore meritava qualcosa di ben piu duro di 10 anni di carcere…

Da OGGI- Intervista a Licio Gelli di Raffaella Fanelli 

QUALCUNO HA PARLATO DI UN ARCHIVIO SEGRETO DI LICIO GELLI

Non c’è niente del genere,il mio archivio lo conserva lo Stato.Ci sono circa 7 mila documenti che ho donato all’archivio storico di Pistoia,già nel 2006. E’ tutto li, in quei fascicoli.Ci sono le riflessioni di Torquato Tasso,una lettera di Cagliastro,gli scritti di Napoleone Bonaparte,37 fascicoli di Mussolini oltre a 140 sue fotografie.Mio fratello è morto nella nostra guerra di Spagna.Era un tenente del 735 battaglione Invincibile della divisione 23 marzo.Le mostro le foto.Ci sono le foto di Gelli,giovanissimo ufficiale fascista,con Italo Balbo. Benito Mussolini mi mandò allo Bocche di Cattaro per organizzare un centro di spionaggio.Con lui ebbi un colloquio a Roma ,nel salone dei mappamondi di Palazzo Venezia.Un incontro terminato con un abbraccio e con la promessa di servire il partito.Oggi io sono l’ultimo gerarca fascista in servizio permanente effettivo ancora vivente.Un tempo conservava non le foto con Balbo,ma gli elenchi della P2.Una lista trovata il 17 marzo 1981 dai magistrati che indagavano sul presunto rapimento di Michele Sindona.932 iscritti.”Lei è parente di Giovanni Fanelli? Lavorava per il ministero dell’Interno,anche lui era iscritto alla Loggia,era il responsabile dell’amministrazione.Un caro amico.

NO,NESSUNA PARENTELA.NEANCHE CON BERLUSCONI.ERA ISCRITTO ANCHE LUI ,GIUSTO?

Certo, con la tessera numero 1816.E’ stato con me per sette anni.Era completamente diverso.

IN PASSATO LEI HA DICHIARATO CHE SENZA IL CAVALIERE AVREMMO AVUTO UN PAESE NEL CAOS.

Il Paese è già nel caos,l’economia va malissimo e non ci sono politici.Solo tanti ladri.E non sono io a dirlo:sono quasi tutti indagati.E nessuno prende i provvedimenti necessari,nessuno mette ordine.

ANCHE BERLUSCONI E’ INDAGATO.

La sua politica non mi piace.Si è dimostrato un debole,ha paura della minoranza e non fa valere il potere che il popolo gli ha dato.Oggi il Paese è in una fase di stallo.Molto pericolosa.Berlusconi è stato troppo goliardico,avrebbe dovuto dedicare piu tempo ad altri incontri,ad altre cene.

COSA PENSA DI FINI?

E’ un uomo senza carattere.

E DELLA P3,IL GRUPPO DI PRESSIONE OCCULTO SCOPERTO LA SCORSA ESTATE?

Uno scherzo di Carnevale.

NEL 2005 LEI ERA INDAGATO PER LA MORTE DI CALVI.

Era un grande amico,e la fedeltà a un amico viene prima di ogni cosa.Ci si incontrava spesso all’Excelsior.Roberto è stato “suicidato” ma io con quella morte non c’entro niente.Pochi mesi prima mi aveva detto di essere molto preoccupato per dei soldi che il Vaticano non restituiva. 

Intervista Licio Gelli su OGGI (2 parte)ultima modifica: 2011-02-25T17:50:31+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo