Siete voi americani quelli da biasimare

Tra qualche ora me ne andrò verso Parma ad ascoltare e riprendere Paolo Barnard.Ho aperto il canale di Youtube nel febbraio del 2008 ma sono convinto che quello che andrò a riprendere stasera saranno le cose piu interessanti che pubblicherò.Nessun giornale si azzarda a scriverle. .
Pubblico un pezzo di questo capolavoro di John Perkins dove dialoga con un professore,nel periodo che andava in giro per il mondo da sicario dell’economia a corrompere e rovinare i paesi pieni di ricchezza.
Sono convinto che anche Barnard sia d’accordo con Nesim.

da LA STORIA SEGRETA DELL’IMPERO AMERICANO (John Perkins -Minimum Fax)

Mi avvicinai.Ci stringemmo la mano.Si chiamava Nesim.Fumava una sigaretta,non un sigaro.”Insegno storia all’università”, mi spiegò, “e sto facendo ricerche per un libro sulle antiche rotte commerciali.Ho viaggiato da Instanbul seguendo alcune di quelle rotte, che mi hanno portato fin qui”.
Parlammo per un pò delle nostre impressioni sull’Iran.Non faceva mistero di odiare lo scià, “il  re dittatore”,come lo chiamava.Fino a quel momento non avevo sentito nessuno nel paese criticarlo.Ovviamente avevo letto di un movimento di resistenza che voleva rovesciarlo,ma tutti gli iraniani che conoscevo lavoravano per qualche ramo del suo governo.Quest’uomo era diverso.Palesemente bene informato,non si faveva problemi a esprimere le proprie convinzioni.Sospettai che gli facesse piacere avere un pubblico:un americano disposto ad ascoltarlo doveva essere l’ultima cosa che si sarebbe aspettato su quel pontile.Forse fu la notte,il luogo,o semplicemente lo sfinimento per il lungo viaggio;in ogni caso, mi ritrovai ad ascoltare attentamente le opinioni di Nesim.

“Tutti voi vi lasciate ingannare dal re dittatore”,diceva.”Bè,non proprio tutti.Sono sicuro che il vostro presidente conosce la verità,come pure altre persone che governano il vostro paese.Dopotutto è la loro specialità:l’inganno.I vostri capi nascondono il loro imperialismo.O quantomeno ci provano.Nascondono i soldi che fanno,le azioni che intraprendono per corrompere le persone.Si vantano di aiutare gli oppressi,mentre nascondono il fatto che proteggono i ricchi”.Aspirò una lunga boccata dalla sua sigaretta.”Siete un paese dietro una maschera”.

“Provo simpatia per gli ebrei d’Israele.Davvero.Non sono palestinese,perciò posso simpatizzare con loro.Suppongo che li ucciderei in battaglia,se cercassero di allargare le loro frontiere in Turchia,ma non ce l’ho con loro.Sono come pecore mandate davanti agli eserciti.Scudi.Siete voi americani quelli da biasimare.Incorraggiate gli ebrei a sacrificare le loro famiglie,mentre le vostre corporation pompano petrolio.Gli ebrei sono i vostri cani da guardia.Gli date le testate nucleari perchè possano tenere sottomessi noi musulmani.Finanziate il loro esercito.I palestinesi non hanno un esrcito,soltanto qualche patriota.Non hanno un governo,nè una terra in cui vivere.
“Per voi,Israele è uno strumento di dominio,di controllo del petrolio.Per gli ebrei è un sogno che si dimostrerà illusorio.Per i palestinesi è la patria,una patria che sono stati costretti ad abbandonare.Per gli arabi è una fortezza nemica costruita su terre arabe.Per i musulmani di tutto il mondo è un insulto,un’umiliazione ,un motivo per odiarvi”

Siete voi americani quelli da biasimareultima modifica: 2011-03-27T18:02:31+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo