IL FMI DICE CHE L’EUROPA DEVE FARSI CARICO DELLA GRECIA O PATIRNE LE CONSEGUENZE

Il FMI è un’altra associazione criminale che nessuno parla,ne in televisione ne sui giornali.Non sono sorpreso di quello che dice.Il Fondo Monetario Internazionale è una vera e propria fregatura.Gemello della Banca Mondiale,aveva il compito di promuovere la crescita economica mondiale e fare in modo che i Paesi con molti debiti riuscissero a saltarci fuori.Ricordiamoci sempre che i paesi poveri hanno un debito di 2600 miliardi di dollari e devono pagarne 125 miliardi l’anno.Per farlo, devono accontentare le richieste di questa associazione criminale,cioè devono ridurre la spesa pubblica,quella sociale e privatizzare tutto.Molti paesi si sono rivolti a loro e sono rimasti fregati.Prendiamo ade esempio la Guinea, grazie al FMI sono schiavi totali di qualunque imbroglione e i servizi pubblici di questo paese sono stati totalmente smantellati.
Venendo alla Grecia, i piu esperti sanno benissimo che piu o meno 100 miliardi del suo debito pubblico è in mano alla banche francesi e tedesche e se dovesse fallire i primi a portarsi a casa il buco sarebbero proprio loro.Purtroppo ,come ho già detto in piu occasione, da quando la Grecia è entrata nell’euro, economicamente ha perso il 30% di competitività perchè quando si impone una valuta forte a un’economia debole succede di ritrovarsi un crollo delle esportazioni da prodotti che non sono piu in gradi di competere.Paesi come la Grecia stessa ,Irlanda e Portogallo sono costrette a farsi prestare enorme somme in euro e l’unica scelta che hanno per ripagare quell’immenso debito che hanno sulle sulle spalle è tagliare i salari, la spesa pubblica e le solite cose.Sono gli obiettivi che si sono prefissati di chi ha voluto tutte queste porcherie e purtroppo in Italia ce la continuamo a prendere con la casta politica facendoci rincoglionire dai libri di Stella, Rizzo e anche Mario Giordano che ultimamente ha voluto imitare proprio i due atori di La Casta, La Deriva e Vandali.

DI SIMON DUKE dailymail.co.uk ma tradotto dallo splendido sito COMEDONCHISCIOTTE

Il Fondo Monetario Internazionale ha avvertito l’élite politica dell’Europa che sta giocando col fuoco per via dei suoi fallimenti nel contrasto alla crisi economica che sta divorando la Grecia.

Il controllore che ha sede a Washington ha previsto che potrebbe scatenarsi una nuova ondata di agitazioni nei mercati finanziari se i leader europei puntelleranno ancora la disastrata periferia dell’eurozona.

Nel suo rapporto quadrimestrale sulla salute dell’economia globale, il FMI ha detto che il governo degli Stati Uniti dovrebbe smettere di rinviare le decisioni sofferte che sono richieste per tenere sotto controllo il forte deficit di bilancio.

Il direttore del FMI, Jose Vinals, ha detto: “Non ci possiamo permettere un’economia mondiale in cui decisioni di questa importanza vengono posticipate perché ci si permette di giocando col fuoco”.

Secondo il FMI, se questi problemi non verranno presi di petto, nuovi “contraccolpi” potrebbero “riverberarsi nel resto del mondo” che metterebbero in “seria difficoltà” le banche per poter raccogliere i fondi.

Il crudo messaggio rivolto ai leader dell’Unione Europea è giunto proprio mentre la Germania e la Francia stavano cercando di mostrare un fronte unito nelle trattative del secondo salvataggio per la Grecia.

Il Cancelliere Angela Merkel ha deluso le richieste dei tedeschi, affermando che i creditori delle nazioni mediterranee dovranno accollarsi una parte “sostanziale” del discutibile piano di salvataggio da 150 miliardi di euro.

Con un sorprendente cambio di direzione, Merkel ha evidenziato l’importanza di un nuovo piano che cercherà di persuadere i possessori delle obbligazioni a farsi carico di parte del peso su una base “volontaria”. Questo consentirebbe di dar più tempo alla Grecia per poter pagare i suoi prestiti.

Il compromesso ha allentato le paure di un imminente default che avrebbe potuto scatenare un’ondata di panico nei mercati finanziari. Il FTSE 100 è riuscito a recuperare le perdite precedenti chiudendo a 5714,94, 16,13 punti più in alto, mentre il costo per i prestiti della Grecia è calato dai propri massimi.
Il contrasto tra Francia e Germania ha messo a rischio una sovvenzione di 10 miliardi di sterline dell’Unione Europea e del FMI, di cui la Grecia ha bisogno con urgenza per evitare di non poter adempiere ai suoi obblighi.

Prima che la somma venga concessa, il governo di Atene dovrà prima approvare un nuovo pacchetto di tagli di austerity, severo e impopolare.

Il Primo Ministro greco, George Papandreou, ha sostituito il Ministro delle Finanze in un rimpasto di governo, avendo di fronte nei prossimi giorni il voto di fiducia.

Nel caso perdesse, il FMI potrebbe in teoria trattenere la propria parte della somma destinata al bailout.
Ma venerdì il Presidente del Consiglio Europeo era fiducioso di una pronta realizzazione di questo piano di salvataggio.

“Non è il tempo di dividersi in fazioni politiche, ci sono troppe cose a rischio”, ha detto Herman Van Rompuy.

IL FMI DICE CHE L’EUROPA DEVE FARSI CARICO DELLA GRECIA O PATIRNE LE CONSEGUENZEultima modifica: 2011-06-30T17:37:00+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo