Pisapia lei ci andrebbe a vivere in via Padova con la sua famiglia? (2 parte)

Gli anni 80′ ,come ho scritto altre volte, per me sono stati gli anni migliori e mi piaceva anche perchè era un paese con pochi stranieri.Non mi vergogno ad ammettere che tutta questa immigrazione non mi piace, la guerra tra poveri e sopratutto l’aumento delle bande criminali che vanno a rinforzare le nostre, e in questo bellissimo articolo ce lo spiega bene Salvatore Garzillo.Sono sicuro di essere in buona compagnia , con quelli di centrosinistra.Spesso sono loro che mi raccontano come certi stranieri sopratutto dell’Est Europa o sudamericani abbiamo peggiorato i loro quartieri e che non hanno mai visto cosi tante volte i poliziotti sotto casa loro. La sinistra è questa, dice una cosa pubblicamente e poi sottovoce ne dice un ‘altra, hanno paura di essere considerati dei leghisti.Infatti già a fine anni 80′ ed inizio anni 90’ , quando gli albanesi arrivarono a migliaia, a respingerli non era il governo di Gaetano Saya, ma quello di Romano Prodi e difficilmente Repubblica,l’Unità o Il Fatto Quotidiano lo ricordano. 

da Libero del 24/08/2011-Articolo di Salvatore Garzillo

 PENATI E LATIN KINGS

Impossibile stabilire il numeri preciso degli appartenenti alle gang,sopratutto perchè capita che una banda si divida in fazioni.Un censimento fu tentato nel 2007: solo a Milano si contavano diverse migliaia di persone.A marzo dello stesso anno Filippo Penati,allora presidente della Provincia ,decise di finanziare un progetto per il riconoscimento dei Latin Kings come gruppo culturale.L’idea venne all’assessore provinciale e consisteva in una sorta di accordo: voi (banda) vi impegnate a rispettare la legge,e noi (Provincia) vi riconosciamo uno status sociale.Costo dell’operazione 12 mila euro.A sancire il patto arrivò perfino in gran segreto dagli Usa,King Mission,capo dei Latin.

Da qualche tempo le pandillas milanesi fanno proseliti anche tra i non sudamericani.Italiani, arabi-asiatici, e tutti gli adolescenti problematici di ogni etnia finiscono tra le fila della gang,dove tutte le altre differenze vengono annullate dal senso di appartenenza a una piccola nazione.La periferia, Lorenteggio, Giambellino, Ponte Lambro,diventano la base:il Centro,territorio da colonizzare.Quando due fazioni  si incontrano lo scontro è inevitabile.Quando va bene,si torna a casa con qualche livido,altrimenti si ferisce sul corpo di un amico sotto forma di tatuaggio.

LA MILANO DELLE GANG

LE BANDE

Latin Kings (ecuadoriani)

Comando  (peruviani)

Trinitarios (dominicani)

Mara Salvatrucha (salvadoregni,anche noti come MS-13)

Latin Dangerz (Misti) 

Pisapia lei ci andrebbe a vivere in via Padova con la sua famiglia? (2 parte)ultima modifica: 2011-08-27T20:56:42+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo