ATTENTATI-Il manuale segreto di esecuzione della CIA (3 Parte)

Tramite Facebook un amico mi ha segnalato che c’era Michele Santoro su telelombardia.E’ stato trasmesso il suo solito comizio che presenta il suo prossimo programma su Sky e non so quante volte ha fatto i complimenti agli Stati Uniti d’America.Bene, invito a questo giornalista non solo di vergognarsi ma di chiedere scusa alle tante famiglie torturate dall’esercito di questo paese criminale.Hanno bombardato Hiroshima e Nagasaki uccidendo molti di piu delle poche migliaia di New York e del Pentagono senza batter ciglio.Hanno appoggiato il sionismo e il terrorismo di stato contro i palestinesi e i neri del Sudafrica e come si trova all’interno di questo libro,gli Usa sono responsabili di aver iniziato il virus dell’Aids e poi tanto altro.

Quello che sto per pubblicare non ha bisogno di molti commenti. La Cia ha sempre fatto danni in qualsiasi parte del mondo e comanda senza mai essere punita.
Quando nel 2005 i media denunciarono il fatto che gli psicologi collaboravano con l’esercito americano e con la Cia per attuare dei metodi d’interrogatori disumani,i leader dell’Associazione degli Psicologi Americani (APA) diedero vita a una task force per indagare sulla questione.Dopo appena due giorni di dibattito,la task force,composta da dieci elementi,giunse alla conclusione che gli psicologi stavano ricoprendo un “ruolo etico e di valore” nell’assistenza all’esercito.

In questo libro c’è tanto da leggere, fa capire per l’ennesima volta che gli Stati Uniti non sono quel paese democratico che ci vogliono far credere quei signori che sabato scorso erano sul palco all’Arco della pace a Milano o quell’Alexander Stille,professore americano che tutte le settimane sputtana l’Italia su Il Fatto Quotidiano e si dimentica da dove viene. 

da IL LIBRO CHE NESSUN GOVERNO TI FAREBBE LEGGERE -Jesse Ventura (Newton Compton Editori) 

A MANI NUDE

E’ possibile uccidere un uomo a mani nude,ma poche persone sono abbastanza capaci da farlo bene.Anche un esperto di judo davvero ben addestrato esiterà prima di rischiare di uccidere una persona a mani nude,a meno che non abbia proprio nessuna alternativa.Tuttavia,spesso sono gli attrezzi piu semplici a essere i mezzi piu efficaci per un assalto.Un martello,un’ascia, una chiave inglese, un cacciavite, un attizzatoio, un coltello da cucina,una piantana, o qualsiasi altra cosa dura,pesante,e maneggevole sarà sufficiente.Se l’attentatore è forte e agila,andrà bene anche una corda,un cavo elettrico,o una cintura.Tutte queste armi improvvisate hanno il grande vantaggio di essere facilmente reperibili e in apparenza innocue.Trotsky è stato ucciso con una piccozza,là dove una mitragliatrice,di solito letale,aveva fallito.
In tutti i casi sicuri, dove l’attentatore potrebbe essere perquisito,prima o dopo l’atto,non dovrebbero essere utilizzate armi speciali.Anche se la situazione è senza speranza,l’esecutore potrebbe essere casualmente perquisito prima dell’azione,e quindi questo non dovrebbe mai avere con sè un oggetto incriminante,se qualsiasi tipo di arma letale può essere improvvisata sul posto o nelle immediate vicinanze.Anche qualora l’attentatore abbia con sè delle armi per via del suo lavoro,è comunque preferibile che improvvisi e si organizzi in loco per evitare che venga scoperta la sua identità.

INCIDENTI

Per gli attentati segreti,semplici o per la caccia,l’incidente pianificato è la tecnica piu efficace.Quando è eseguito con successo,provoca poca agitazione e viene analizzato solo in modo superficiale.
Per quanto riguarda l’attentato semplice,l’incidente piu efficace è la caduta da una ventina di metri e piu su una superficie dura.Potranno essere utilizzate trombe d’ascensore ,scale, finestre senza parapetto,e ponti.I ponti sopra un corso d’acqua non sono affidabili.Per gli attentati di tipo semplice,si può anche organizzare un incontro privato con il soggetto in un luogo adatto.L’azione può essere eseguita con un’improvvisa e vigorosa delle caviglie,spingendo il soggetto oltre il bordo.Se l’attentatore si mette immediatamente a gridare,recitando la parte del testimone sconvolto”, non è necessario alcun alibi,nè una fuga furtiva.Nelle cacce,solitamente sarà necessario tramortire o drogare il sogetto prima di lasciarlo cadere.Bisogna fare attenzione ad assicurarsi che sul morto non siano presenti segni o ferite non attribuibili alla caduta.
La caduta in mare o in un fiume impetuoso potrebbe essere sufficiente,se il soggetto non è in grado di nuotare.In questo caso ,l’azione sarà piu certa se l’attentatore riesce a organizzare un tentativo di salvataggio,cosi che possa stare sicuro della morte del soggetto e allo stesso tempo procurarsi un alibi credibile.
Se le abitudini personali del soggetto rendono la cosa fattibile, potrebbero essere usate bevande alcoliche (2 parole omesse) per prepararlo a un incidente pianificato di qualsiasi tipo.
Di solito funziona anche spingerlo sotto un treno o una metropolitana,ma tale azione richiede un tempismo perfetto ed è probabile che in seguito ci siano delle indagini.
Se è la macchina della vittima a venire manomessa,allora l’affidabilità dell’attentato diventa molto bassa.Il soggetto potrebbe essere tramortito o drogato e quindi posizionato nell’auto,ma la situazione è sicura solo se il mezzo può essere spinto giù da un burrone o in mare senza che nessuno veda.
Un incendio doloso può causare una morte accidentale,se la vittima viene drogata e lasciata nell’edificio che sta bruciando.Questo metodo non è del tutto affidabile,a meno che il palazzo non sia abbastanza isolato e altamente infiammabile.

DROGHE

In tutti i tipi di attentato,tranne quello terroristico,le droghe possono essere molto utili.Se l’esecutore è un dottore o un’infermiera e il soggetto si trova sotto cure mediche,questo sistema è un semplice e ottimale.Un’overdose di morfina somministrata come sedativo causerà una morte senza problemi e difficile da scoprire.Il dosaggio dipenderà dal fatto che la vittima faccia regolarmente uso di narcotici.Se non lo fa,saranno sufficienti due pasticche di morfina.
Se il soggetto beve molto, la morfina o un narcotico simile possono essere iniettati in seguito allo svenimento,e le cause del decesso verrà spesso attribuita a un alcolismo acuto.
Veleni particolari,come l’arsenico o la stricnina,sono efficaci,ma averli o procurarseli è contro la legge,e un dosaggio accurato è problematico.Il veleno è stato usato senza successo negli attentati contro Rasputin e Kolohan, anche se è meglio considerare l’ultimo caso un omicidio.

ARMI DA TAGLIO

Qualsiasi attrezzo da taglio trovato sul posto potrà essere utilizzato con successo.Affinchè questo metodo sia affidabile,è necessaria una minima conoscenza dell’anatomia umana.
Le ferite da punta nel corpo potrebbero non essere sicure,a meno che non venga raggiunto il cuore.Esso è protetto dalla gabbia toracica,e non sempre è facile da localizzare.
Le ferite addominali una volta erano quasi sempre mortali,ma le moderne cure mediche hanno cambiato la situazione.L’assoluta certezza si ha troncando il midollo spinale nella regione cervicale.Si può fare con la punta di un coltello,o un leggero colpo di ascia o di accetta.
Un altro metodo valido è quello di recidere le carotide e la giugulare da tutti e due i lati della trachea.

 

ATTENTATI-Il manuale segreto di esecuzione della CIA (3 Parte)ultima modifica: 2011-10-12T18:44:00+02:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo