RITORNO ALL’ICI? Costerà 900 euro a famiglia

Puoi fare la patrimoniale, far sganciare di piu ai ricchi ma non andresti molto lontano, per aumentare i posti di lavoro, le busta paga dei lavoratori ,creare posti nuovi di lavoro ci vorrebbe una moneta sovrana,purtroppo siamo entrari nell’Euro e adesso ci ritroviamo nel fango fino al collo.Si parla di default e poi fare come l’Argentina,ma prima di spiccare il volo si andrebbero incontro ad anni con l’aumento della disoccupazione e tagli ,privatizzazioni ancora piu selvagge di quelle di adesso.Vallo a dire a gente di 30-40-50 anni che perdono il posto di lavoro, tra qualche si crescerà alla grande…
Interessante questo articolo trovato sul Secolo D’Italia che per la terza volta pubblicherà una mia lettera.

da IL SECOLO D’ITALIA del 25 novembre 2011

Tra l’aumento dell’Iva e la reintroduzione dell’Ici “le famiglie rischiano di subire un’ulteriore batosta di circa 900 euro,che si andrà ad aggiungere a quella delle precedenti manovre,con ricadute disastrose sul potere di acquisto già in caduta libera e sui consumi”.Lo affermano i presidenti Federconsumatori e Adusbef ,Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti,commentando le ipotesi che circolano ,circa la manovra economica a cui sta lavorando il nuovo governo.
“Una prima misura che non condividiamo affatto, spiegano le associazioni in una nota, è un ulteriore aumento dell’Iva,sia quella al 21%.Un’operazione che non possiamo che definire demenziale,dal momento che andrebbe a ricadere in un mercato già fortemente in crisi,per di piu caratterizzato da prezzi in forte aumento”.
Un’ipotesi del genere influirebbe in maniera negativa sul potere di acquisto delle famiglie,comportando una ricaduta anche di 410-420 euro annui a famiglia.L’aumento dell’Iva,inoltre,agisce,come un pericolosissimo moltiplicatore sui prezzi:dal momento che influisce sui costi per il carburante necessario a trasportare le merci e,quindi,sui prezzi delle merci stesse.La seconda questione che desta grande preoccupazione,affermano Adusbef e Federconsumatori,riguarda la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa.Tale operazione determinerà ricadute per le famiglie di circa 400-450 euro l’anno.”Di fronte ad una situazione simile,proprio non capiamo come,anche con il supporto di autorevoli economisti,si continui a demonizzare la patrimoniale come strumento depressivo,sottolineano i presidenti.
“Come se l’Ici non fosse anch’essa una patrimoniale depressiva che,però, colpisce sopratutto le famiglie a reddito medio-bassi,ovvero coloro che determinano in larga misura la domanda di mercato”, osservano Trefiletti e Lannutti.Dal nuovo governo “ci asèpettiamo misure di tutt’altro genere,che vadano ad intaccare grandi patrimoni e rendite finanziarie,ma sopratutto ad in primo luogo gli evasori fiscali,concludono i presidenti.

 

RITORNO ALL’ICI? Costerà 900 euro a famigliaultima modifica: 2011-11-28T19:24:59+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo