Francia, stretta sui visti per gli studenti stranieri

E se una decisione del genere fosse stata presa in Italia? Be con tutti quegli intellettuali ipocriti che abbiamo,si sarebbe gridato al fascismo.
La settimana scorsa Nichi Vendola a SERVIZIO PUBBLICO di Michele Santoro ha fatto dei discorsi sull’immigrazione di una falsità clamorosa ed essendo in uno studio dove il pubblico era solo di sinistra, nessuno si è permesso di fargli notare le buffonate che ha sparato. Secondo il governatore della Puglia, la cosa grave è il reato di clandestinità, e poi,grazie anche al servizio come al solito montato ad arte, è saltato che l’Italia è razzista, che certi lavori gli italiani non li fanno piu e che ci vogliono gli stranieri.Comincio un po a stufarmi questa storia e queste falsità.

Per prima cosa il reato di clandestinità in altri paesi c’è da decenni e dunque sia destra che sinistra non fanno le commedie italiane; gli africani farebbero bene a tenerselo stretto questo paese.Per carità ,mi dispiace per quello che  è successo, prendersela con dei vù cumprà è molto comodo,  quando avranno le palle di affrontare quelle mafie che gestiscono il traffico di essere umani, li applaudirò, ma intanto queste sono cose da condannare.Altri dati, che troverete all’interno del libro molto bello di Gian Antonio Stella, NEGRI FROCI GIUDEI, dimostrano che in Italia gli episodi di razzismo sono inferiori a Germania, Inghilterra e sopratutto negli Usa dove con Obama ci sono stati piu espulsioni che con Bush.

Per quanto riguarda il lavoro,l’Istat dice che gli occupati sono 153.000 in meno rispetto allo scorso anno però guarda a caso aumentano i lavoratori stranieri (+ 183.000).Tra i 35 e i 54 anni l’aumento di disoccupati è dell’8,1% in piu rispetto al 2010.
Cosa significa questo? Che l’italiano non vuole fare piu certi mestieri? No, bisogna prendere gli stranieri perchè ci costano meno, e quei politici ipocriti sopratutto di sinistra ma anche di destra (Pdl in primis), la devono smettere, che ci vadano loro a lavorare per 500-600 euro al giorno,8-10 ore.Questa si chiama “mafia neoliberista”, la piu pericolosa, enormi profitti sfruttando le persone a pochi soldi l’ora.

da Italia Oggi del 17 dicembre 2011

Per poter studiare in Francia,gli studenti stranieri dovranno dimostrare di avere risorse mensili pari ad almeno 620 euro.Lo stabilisce un decreto,pubblicato lo scorso 6 settembre sul Journal Officiel,che rende piu difficile l’ottenimento del rinnovo dei visti e dei permessi di soggiorno per studenti provenienti dall’estero e che si aggiunge a un provvedimento dello scorso maggio che limita le possibilità per gli studenti stranieri di restare a lavorare in Francia al termine di un corso universitario nel paese.Fino a ora per ottenere il nulla osta occorreva dimostrare 460 euro di risorse mensili.Adesso servono 620 euro,ossia il 30% in piu.Al ministero dell’interno giustificano questa stretta con la preoccupazione di lottare contro l’immigrazione clandestina.Ogni anno infatti una parte dei 66.000 visti sarebbe attribuita a dei “falsi studenti”.
Il Gisti (gruppo di informazione e di sostegno degli immigrati) ha presentato ricorso davanti al consiglio di stato.”Il nostro rilievo”,spiega Serge Slama,giurista e membro del gruppo,non va tanto alla decisione in sè,quanto al fatto che sia stata presa dall’oggi al domani, senza lasciare agli studenti il tempo di rendersene conto”.Al ministero comunque rassicurano: le nuove condizioni si applicheranno soltanto ai futuri studenti.Per coloro che sono già in Francia e che temono di non poter rinnovare il proprio permesso di soggiorno e quindi di dover abbandonare gli studi.
 

Francia, stretta sui visti per gli studenti stranieriultima modifica: 2011-12-20T16:13:59+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo