Odio la globalizzazione e chi la difende

La società mondiale, con la globalizzazione, si è sviluppata in varie direzioni, scappa , non è legata ad un luogo di sfere sociali.Le persone si muovono di piu, le grandi multinazionali vanno dove la manodopera è a basso costo, oppure se le persone sono povere, si spostano dove le prospettive sono migliori.
Piu profitti e meno posti di lavoro, un miracolo economico che mettere paura alla nazione.Nelle grandi imprese arrivano dei manager all’americana, al culto del mercato finanziario.
Lo stato-nazione indebolito non è dato solo dal fatto che le risorse diminuiscono e le spese aumentano in maniera incredibile,ma anche perchè mancano i mezzi di pacificazione e aumenta la differenza tra poveri e ricchi. E  ai nuovi ricchi non servono i nuovi poveri.
Ci sarebbero tante altre cose da scrivere ma mi fermo qui, leggetevi Joseph Stiglitz.

 da GLOBALIZZAZIONE-Joseph Stiglitz- Donzelli

Il processo di globalizzazione ,cioè l’integrazione delle economie di tutto il mondo, ha posto agli Stati-nazione domande nuove,ma allo stesso tempo ha ridotto,per vari aspetti,le loro capacità di dare una risposta a simili domande.Lo Stato-nazione oggi è stretto tra le forze dell’economia globale da una parte e le richieste politiche di decentramento dei poteri dall’altra.
Un esempio dei vincoli sono stati imposti dalla globalizzazione è rappresentato dalle difficoltà insorte a proposito di tassazione.In presenza di una situazione in cui il capitale si muove con facilità da un ambito giurisdizionale all’altro,se si cerca di imporre una tassazione piu rigorosa sul capitale,il capitale semplicemente si sposta.Così, per ironia della sorte,proprio nel periodo in cui l’ineguaglianza ha continuato a crescere, ed è cresciuta enormemente negli ultimi trent’anni,la capacità di redistribuire reddito attraverso la tassazione sul capitale è stata enormemente ridotta.
Anche se un secolo e mezzo fa,quando si stavano formando gli Stati-nazione,furono posti in atto processi di riduzione dei costi di comunicazione e di trasporto simili a quelli che hanno dato origine all’attuale processo di globalizzazione.Ma in quel momento erano in azione governi che contribuivano a regolare questi processi di riduzione dei costi di comunicazione e di trasporto simili a quelli che hanno dato origine all’attuale processo di globalizzazione.Ma in quel momento erano in azione governi che contribuivano a regolare questi processi di costruzione delle nazioni,di strutturazione delle economie nazionali.Vi è stato qualcuno,come il professor Chandler,che nel descrivere il processo di costruzione della nazione negli Stati Uniti ha potuto parlare di una “mano visibile” ha contribuito a dare forma al processo di costruzione della nazione.
 

Odio la globalizzazione e chi la difendeultima modifica: 2011-12-21T17:31:37+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo