SOCRATES:”Il calcio italiano è una mafia ben organizzata”

Il 4 dicembre scorso  il grande  Socrates ci ha lasciato,avrei voluto dedicargli un post ma avevo altri argomenti piu importanti ,lo faccio oggi. Non è la sua storia completa, ma alcune dichiarazioni pesanti a France Football qualche anno fa e che Carlo Petrini ha inserito nel suo libro CALCIO NEI COGLIONI.
Non aveva la classe di un Junior, Falcao o Zico, ma era un grande calciatore nonostante l’altezza da giocatore di basket..Aveva poca voglia di allenarsi ma era anche uno di quei giocatori che non accettavano le partite combinate o di ingoiare farmaci per migliorare le prestazioni e chi si è rifiutato o ha denunciato certe cose, è sempre stato “maltrattato” da giornalisti, ex compagni che spesso li minacciavano di azioni legali ma che in realtà in pochi l’hanno fatto.
Socrates racconta di una partita che doveva finire 0-0, una delle ultime della stagione 1984-85. Ho qui davanti il mio vecchissimo ALMANACCO ILLUSTRATO DEL CALCIO PANINI 1986 ,lo sfoglio e guardo quali sono le ultime partite finite a reti bianche con Socrates in campo.

3 marzo 1985- AVELLINO-FIORENTINA. Arbitro Redini di Pisa. Socrates fu sostituito all’87 da Occhipinti.

I viola pareggiarono anche 0-0 contro il Torino alla penultima giornata (12 maggio 1985) ma Socrates non giocò.
Non sono sicuro che era questo match però stando a quello che dissè Socrates… 

da CALCIO NEI COGLIONI.Carlo Petrini (Kaos)

Il pallonaro brasiliano Socrates giocò nella Fiorentina a metà degli anni Ottanta,e già allora parlava fuori dai denti.Intervistato di recente da “France football”, ha detto:”I risultati del calcio italiano sono manipolati,il sistema è corrotto,i giocatori, gli arbitri, tutti, ed è sempre stato così.E’ una mafia ben organizzata,Era così anche quando giocavo nella Fiorentina (1984-85),e posso raccontare un episodio.In occasione di una delle mie ultime partite con i viola,il capitano Pecci entra nello spogliatoio,prima della partita,e dice a tutti: “Oggi,ragazzi, pareggio”.Io gli rispondo: “In che senso,pareggio?, sei matto!Lui ripete:”Pareggio!”.Gli dico di non contare su di me.Sono rimasto in campo per il primo tempo,e in 45 minuti non ho ricevuto una palla! E la partita è finita 0-0.Era il Totocalcio che dettava tutto,l’obiettivo non era il campionato ma le scommesse”.
La smentita di Eraldo Pecci,dalle pagine della “Gazzetta dello Sport”,è da morir dal ridere.Sotto il titolo “Pecci al contrattacco”,la Bibbia pallonara riporta questa replica: “Quello che dice Socrates è falso, vorrei vedere le prove sulle quali basa certe affermazioni.Sono tutte invenzioni pure, e probabilmente lo querelo”.Probabilmente…
 

SOCRATES:”Il calcio italiano è una mafia ben organizzata”ultima modifica: 2012-01-15T13:48:36+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo