Roberto Baggio e gli scontri con Renzo Ulivieri a Bologna (2 parte)

274933-baggio.jpg

Roberto Baggio ha litigato con diversi allenatori  nella sua storia, il piu clamoroso è senza dubbio quello con Marcello Lippi che in questo libro spiega e poi anche con Renzo Ulivieri a Bologna.
Io ascolto le versioni di tutti,per carità, non mi dispiacerebbe sentire anche quella del “compagno” Renzo Ulivieri.Roberto Baggio fece impazzire Bologna, lo portò in zone alte con grandi giocate.
Questo libro è stato una decina di anni fa ma è sempre bello da leggere,anche perchè stiamo parlando di Roberto Baggio.

da UNA PORTA NEL CIELO-Robetrto Baggio (Limina)

E CON LA JUVENTUS?

Ah,lì Ulivieri si è superato.A inizio anno giochiamo contro il Brescia,vinciamo 2-1 e faccio due gol.Poi con l’Empoli:un assedio,una partita strana, ma termina 0-0.La domenica dopo,arriva la Juve.Come per il Milan,accade la stessa cosa:parlo con i giornalisti,mi chiedono del mio passato,era logico che fossi protagonista,un pò l’attrazione della giornata.Ero carico,tenevo particolarmente alla partita.Ma,ancora una volta,durante l’allenamento del sabato, scopro che non avrei giocato.Allora non ci ho visto piu.Ho pensato:ah, ma allora questo mi prende per il sedere apposta! E me ne sono andato,incazzato nero.Ero stato anche peggio di tre settimane prima:sapeva quanto tenessi alla partita,mi aveva umiliato apposta.Dopo avermi fatto esporre per una settimana intera, mi aveva colpito a freddo.Di nuovo.Sono arrivato a casa,ho detto ad Andreina che il giorno dopo non sarei andato neanche in panchina,e poi ho telefonato al presidente.Gli ho spiegato chiaramente che ero venuto a Bologna per giocare,non per stare in panchina.In panchina doveva starci Ulivieri,non io.

E’ VERO CHE POI SEI TORNATO IN ALBERGO PER UN CONFRONTO DURO CON ULIVIERI?

Si, ero troppo arrabbiato.La squadra era a Casteldebole, all’Amadeus.Stavano cenando.Appena mi vide, Ulivieri cincischiò:”Ti metto in campo quando gli altri sono stanchi, devi capire”.E io:”No, io non deo capire proprio niente,sei tu che mi stai prendendo in giro dall’inizio dell’anno!”.Lui abbozzò una risposta,mi chiese perchè la facevo così difficile.A quel punto andai di fuori.Gli urlai di tutto.Si,ero davvero andato di fuori.

IN QUALCHE MODO,TI AVEVA FATTO ESPLODERE.

Si,ma meno di quanto credeva.Andò peggio tra Ulivieri e Petrone.Ulivieri ebbe il coraggio di dare la colpa dell’accaduto a Vittorio,che proprio non c’entrava niente.Avevo fatto tutto da solo.Si scontrarono nell’ufficio di Renato Cipollini,a Casteldebole.Fuori i tifosi urlavano la loro rabbia.Per la prima volta dopo tre anni,Ulivieri si sentiva contestato.Cipollini li divise a fatica,Ulivieri aveva quasi preso per Petrone per il collo, e lui stava per partire con un diretto.Ulivieri non aveva mai sopportato Vittorio, e come lui tutti quelli che potevano entrare nello spogliatoio senza il suo permesso.Credo che non sopportasse nemmeno i passaggi del presidente Gazzoni.Fu Cipollini a dividerli.Meno male che c’era lui.Renato è proprio una braba persona.

DA CHE PARTE STAVA LA SQUADRA?

Lo scontro era rimasto in qualche modo privato,comunque gran parte del gruppo stava con me.Non tutti,però.Ulivieri aveva i suoi fedelissimi.Se restava lui,restavano anche loro,avevano il rinnovo del contratto assicurato.Quando circolò la voce di un suo possibile esonero,il nemico numero uno divenni io,per alcuni giocatori:se partiva lui,addio rinnovo.

CHE GIUDUZIO DEFINITIVO DAI,DI ULIVIERI?

L’Ulivieri che ho conosciuto io soffriva di protagonismo.Ci sono allenatori che rifiutano il dialogo, gelosi, che devono far sempre vedere di avere scoperto l’acqua calda.Io ne ho avuti tre.Comunque,nonostante tutto, lui non è stato il peggiore.E che ne so,forse ora,dopo questi anni,si è fatto un’altra idea del sottoscritto.

Roberto Baggio e gli scontri con Renzo Ulivieri a Bologna (2 parte)ultima modifica: 2012-02-19T11:27:58+01:00da anglotedesco
Reposta per primo quest’articolo